Batterie per auto Volkswagen

batteria auto volkswagen



 

 

La nascita del marchio Volkswagen va ricercata nella Germania nazista di Adolf Hitler: tutti sanno che il dittatore tendeva ad imitare il suo “collega” italiano Mussolini e quando quest’ultimo chiese a Fiat di motorizzare il popolo italiano, Hitler pretese la creazione di una casa automobilistica per motorizzare il popolo tedesco; non a caso il nome Volkswagen significa “macchina del popolo“.

Dopo la fine del secondo conflitto mondiale però la casa tedesca è riuscita ad affrancarsi da questa oscura origine, portando sul mercato modelli sicuramente molto validi.

 
 

Volkswagen: i modelli storici e del presente

Il primo è rappresentato dalla storica Polo, creata nel 1975 come semplice imitazione della Audi 50; nel 2017 il successo dell’autovettura tedesca ha reso possibile l’uscita della sesta generazione.

Si tratta di una berlina che nel tempo è stata più volte ampliata di dimensioni fino ad arrivare a superare i 4 metri di lunghezza e ad avere un bagagliaio più capiente del modello precedente; il design è molto filante e morbido, ma anche sportivo grazie al suo assetto ribassato.

Tra gli allestimenti dei propulsori, a benzina troviamo il 1.0 MPI a tre cilindri molto rotondo e silenzioso, ed il 2.0 GTI Bluemotion da 200 cavalli per i più esuberanti; il diesel riserva invece un 1.6 TDI da 80 e da 95 cavalli.

A breve verrà lanciato sul mercato anche un motore ibrido benzina/metano.

 
Il modello sicuramente più famoso e simbolo della Volkswagen è però la Golf, che nel 2012 ha superato la Polo inaugurando la sua settima generazione.

Viene prodotta in molte varianti: 3 o 5 porte, station wagon, cabriolet ecc., a testimonianza di una vettura sempre attuale e versatile.

Da sempre il punto di riferimento per la concorrenza, è stata la vettura più venduta d’Europa per oltre 15 anni, di cui 13 consecutivi.

Le sue dimensioni, 4,27 metri di lunghezza per 1,80 di larghezza, non gli impediscono di sfoderare tutto il suo stile sportivo ed esuberante, da sempre punto di forza di questo modello. L’ultima versione ha aggiunto un tocco di tecnologia grazie allo schermo touchscreen con sensori di prossimità e sistema di navigazione.

Spostandoci ai propulsori, la scelta è vastissima: il listino benzina inizia con un tranquillo 1.0 TSI, passando attraverso i 1.4 e 1.5 della stessa categoria per approdare ai potentissimi 2.0, che riescono ad estrarre dai 245 ai 310 cavalli.

Il diesel non è da meno proponendoci il sempre valido 1.6 TDI 116 cavalli per poi passare al più soddisfacente 2.0 nelle versioni da 150 o 184 cavalli.

 
Ma le esigenze del mercato richiedono anche altro: la sfida ai SUV sempre più compatti è raccolta da Volkswagen con il lancio della Tiguan. Lunga solo 10 centimetri in più della Golf, quest’auto è stata progettata nel 2007 e nel 2016 ha inaugurato la seconda generazione.

Il suo stile è sicuramente sportivo ma anche dinamico sia esternamente che nell’abitacolo, con un corretto equilibrio tra comfort e agilità del mezzo.

Gli allestimenti benzina prevedono un 1.4 ed un 1.5 TSI, oltre ad un 2.0 decisamente brioso grazie ai suoi 190 cavalli in erogazione; il diesel ci offre invece la versione 1.6 TDI da 116 e mentre il 2.0 TDI parte da 150 cavalli fino alle versioni più prestazionali da 190 e 240 cavalli.

 
Ultima, ma non per importanza, è la Volkswagen Passat: una berlina nata nel 1973 e giunta alla sua ottava serie nel 2014.

È una delle “ammiraglie” della casa tedesca, ed è dotata delle migliori tecnologie di assistenza alla guida, dal cruise control adattivo alla frenata di emergenza con riconoscimento pedoni fino alla emergency assist che mantiene la corretta corsia di marcia ed arresta il veicolo nel caso in cui il conducente abbia un malore.

Le sue misure sono decisamente importanti, grazie ai 4 metri e 77 centimetri di lunghezza e al metro e 83 centimetri di larghezza, che garantiscono un’elevata abitabilità interna ed un portabagagli capiente, si conferma come l’auto più adatta per la vostra famiglia.

I propulsori disponibili si alimentano tutti a gasolio, e sono il 1.6 TDI da 120 cavalli, passando per il 2.0 Bluemotion da 150 cavalli fino ad arrivare al 2.0 Biturbo capace di 240 cavalli di potenza. C’è ne insomma per tutti i gusti, anche per divertirsi!

 
 

Problema in fase di accensione

Le auto diesel e a benzina sono spesso soggette ad una manutenzione ordinaria che solitamente avviene su base annuale, quando ci si reca in assistenza per eseguire il tagliando.

Nella maggior parte dei casi l’usura della batteria non rientra nel chek up completo dell’auto; si potrebbe controllare regolarmente grazie all’utilizzo di un multimetro o, nelle macchine moderne, è il computer di bordo a segnalare eventuali danni.

Spesso purtroppo ce ne accorgiamo quando il danno è oramai avvenuto, ovvero la batteria ha concluso il suo ciclo di vita e non è in grado di portare a termine l’accensione dell’auto con successo.

Se all’avviamento sentite delle difficoltà, occorre informarsi e agire immediatamente onde evitare di rimanere fermi e bloccati con la propria Volkswagen.

Per cambiare la batteria auto della propria Volkswagen è possibile seguire due strade per risparmiare su acquisto e manutenzione. Entrambe si avvalgono del web per un semplice motivo: acquistare una batteria auto per la Volkswagen online è sicuramente vantaggioso rispetto ad un preventivo di un’officina e ricambi autorizzata.

Se poi abbiamo tempo e voglia di aprire il cofano e sostituirla da soli, la manodopera non si paga e il portafoglio a fine mese ci sorride.

 

Istruzioni

La prima strada è accedere all’apposita sezione Amazon denominata “Garage” e configurare il modulo inserendo come marca “Volkswagen”, il proprio modello e versione. Fatto ciò, basta cercare nel campo di ricerca il termine “batteria auto” per ottenere come risultato solo le batterie auto compatibili con la propria auto Volkswagen.

Una lista di batterie vengono fornite con descrizione, dettagli tecnici (polo positivo/negativo, potenza ecc..) e info su tempi e costi di spedizione.

La seconda strada è quella di affidarsi a eBay in questa sezione che offre lo stesso servizio ma fornitori differenti. I vantaggi potrebbero essere costi inferiori o ricambisti online che accettano pagamenti anche in contrassegno. Eseguite la ricerca nell’apposita sezione cliccando qui.

 
 

Come sostituire una batteria Volkswagen?

Non ci vuole una laurea, ma pochi attrezzi, un paio di guanti e meno di 30 minuti.

Guarda il video tutorial per capire come fare.

 
 



Potrebbero interessarti anche...