Pagare l’auto con il finanziamento è conveniente?

finanziamento auto quando conviene



 

Acquistare un’automobile costituisce un passo molto importante nella vita delle persone, non solo perché si tratta di scegliere la vettura per i propri spostamenti, ma soprattutto perché rappresenta un investimento importante. Il prezzo per comprare il veicolo occupa certamente una parte rilevante del bilancio familiare.

Questa è la ragione per cui quando vi trovate in questa situazione decidete di sottoscrivere un finanziamento che vi permette di pagare a rate il mezzo. Le spese però aumentano per via degli oneri e degli interessi. I costi sono rapportati all’importo totale e quindi possono essere sostanziosi.

 

 

I tassi di interesse e le tipologie di finanziamento

A comporre gli oneri del finanziamento ci sono i tassi di interesse, come sapete. Si tratta del Tasso Annuo Nominale (TAN) che comprende gli interessi finanziari e poi c’è il Tasso Annuale Effettivo Globale (TAEG) che somma agli interessi le diverse spese previste per l’attivazione e la gestione del prestito. Proprio quest’ultimo vi fornisce il costo globale da sostenere per ottenere il finanziamento.

Fate attenzione a quanti vi promettono il tasso zero, perché per compensare l’assenza di interessi sulla somma erogata, vi applicano spese accessorie elevatissime. Prima potevate approfittare di prestiti che prevedevano il pagamento anticipato di una parte e la rateizzazione del resto della somma, ma oggi le formule proposte dai diversi istituti di credito sono più complesse. Lo scopo è quello di attirare la clientela e quindi ogni casa automobilistica sigla un accordo con una finanziaria e offre le più svariate soluzioni.

Generalmente però vi chiedono un anticipo di circa il 40-50% del valore della vettura, in parte valutato con il ritiro dell’usato. Le rate, però, non durano più 5 o 6 anni, ma circa la metà, perché vi permettono di scegliere di saldare il rimanente dopo 2 o 3 anni e tenervi la vettura, oppure prenderne un’altra con un rifinanziamento. Anche con questo tipo di prestiti ci sono interessi da pagare e spese di gestione, ovviamente sempre inclusi nelle rate.

 
 

Contanti o finanziamento? La convenienza

Se vi convenga o meno acquistare l’auto con un finanziamento lo dovete decidere voi, non c’è una risposta valida per tutti, ma è bene che siate perfettamente consapevoli di quanto vi costi l’automobile comprata con il prestito.

Ormai le case automobilistiche non solo stipulano accordi e convenzioni con le finanziarie, ma le creano all’interno dei propri gruppi, ecco perché l’ sconto praticato per chi acquista il veicolo con un prestito è più alto rispetto a quello riconosciuto a chi compra in contatti o comunque accollandosi l’intera somma da pagare subito. Questo significa che vi viene fatta una proposta in cui a guadagnare non è soltanto il concessionario, ma anche la banca o la finanziaria che eroga il capitale necessario.

 
– Esempio
Per farvi capire meglio il procedimento adottato, potete esaminare un esempio generico. Ipotizzando di voler prendere una vettura al prezzo di 16.500 euro chiavi in mano, vi verrà richiesto un anticipo di 2 mila euro (potrebbe però essere anche molto superiore), con una spesa per la pratica pari a 472,50 euro. La prima rata ammonta a 375,38 euro. Il totale delle rate comporterà una spesa di 11.500,50 euro. Completato questo pagamento vi troverete di fronte a una scelta: cambiare auto con un nuovo finanziamento oppure saldare il residuo di 7.524,86 euro.

Indipendentemente dall’opzione che preferite, avrete probabilmente già fatto la somma: 11.500,50+7.524,86=19.025,36. Con il finanziamento spenderete oltre 2.500 euro in più del prezzo richiestovi dal concessionario. Ovviamente il costo maggiore corrisponde ad un pagamento dilazionato nel tempo.

 



Potrebbero interessarti anche...